Richiedi il tuo preventivo

3 semplici passaggi per prenotare il tuo viaggio:

1
Compila la richiesta
2
Ricevi un preventivo
3
Conferma e parti
TELEFONO : +39 035 4420335
INFORMAZIONI : info@travelandservice.it

Travel & Service

È un'azienda che gestisce servizi di noleggio pullman con autista, noleggio bus, minibus e gran turismo a livello nazionale e internazionale, nonché noleggio auto e monovolume sempre con conducente in tutta Italia (NCC).

L’esperienza maturata negli anni a fianco dei nostri clienti, ci permette oggi di mettere a Vostra disposizione un’organizzazione orientata alla massima soddisfazione del cliente.

Scopri e viaggia

I nostri servizi

Gite scolastiche - Noleggio Pullman e Minibus

Tour e Gite scolastiche

Scopri
Noleggio Veicoli Trasporto per Manifestazioni e Fiere | Travel&Service

Trasporti per manifestazioni e fiere

Scopri
Pullman, Auto, Minivan NCC (Noleggio Con Conducente) | Travel&Service

Auto e Mini Van NCC

Scopri
Servizio Business Trasfer con Autista per aziende | Travel & Service

Transfer business per aziende

Scopri
Servizi Trasporto per Squadre Sportive in trasferta | Travel & Service

Servizi trasporto per squadre

Scopri

I nostri automezzi

Ultime news

tokyo 2020 olimpiadi elisa baldamo vittoria guazzini valcar
Tokyo 2020: Elisa Balsamo e Vittoria Guazzini conquistano la finale olimpica nell’inseguimento a squadre con record italiano di 4:11.666
Risultato storico per la nazionale italiana femminile che conquista la finale nell’inseguimento a squadre alle Olimpiadi di Tokyo grazie al quarto tempo assoluto dietro Germania, Gran Bretagna e Stati Uniti. E anche per la Valcar – Travel & Service questa è una giornata da ricordare, perché due atlete del quartetto azzurro sono affiliate per questo team. I loro nomi sono ovviamente quelli di Elisa Balsamo e Vittoria Guazzini che con queste Olimpiadi stanno concludendo un lungo percorso di crescita che le ha portate a competere ai massimi livelli internazionali. E per essere la prima Olimpiade della loro giovane carriera, i risultati sono pazzeschi. Infatti il quartetto azzurro diretto dal c.t. Edoardo Salvoldi e composto da Elisa Balsamo, Rachele Barbieri, Vittoria Guazzini e Letizia Paternoster ha fatto registrare il tempo di 4:11.666, ovvero il nuovo record italiano di specialità. Un risultato straordinario, perché questo tempo era molto vicino al vecchio record mondiale (circa un secondo di differenza). Il nuovo record mondiale è stato invece letteralmente polverizzato dalla Germania che ha fatto registrare un impressionante 4:07.307 superando la Gran Bretagna di 1.715 secondi, gli Stati Uniti di 2.811 secondi e l’Italia di 4.359 secondi. Ben lontana la Francia, quinta a 5.195 secondi. Difficile pensare che l’Italia possa competere per una medaglia di bronzo, perché la distanza dagli U.S.A. è davvero molta, ma le sbavature compiute nel finale sia dalle statunitensi con Chloe Dygert che dalle britanniche con Katie Archibald (entrambe hanno ‘staccato’ le proprie compagne di squadre nell’ultimo km di gara) lasciano aperta una piccola speranza di medaglia per le nostre azzurre nella finale di domani mattina.
Leggi la news
Viaggiare in Europa: l'abc per il turismo
Viaggiare in Europa: l'abc per i turisti
Le nuove regole italiane sull’utilizzo del Green pass per ristoranti, bar, teatri, cinema ed eventi che entreranno un vigore il prossimo 6 agosto sono tutt’altro che un caso isolato in Europa.I turisti che, ad esempio, hanno trascorso una vacanza in Grecia nel mese di luglio si sono accorti a loro spese che, a partire dal 16 del mese, è stato reso obbligatorio presentare il certificato di vaccinazione o di esito negativo di tamponi per entrare nei bar, nei ristoranti e in tutti i luoghi di intrattenimento al chiuso. Le regole, purtroppo, cambiano da un Paese all’altro, e i tempi di attuazione sono diversi per ogni Stato. Qui proviamo a tracciare una panoramica aggiornata ad oggi sulle richieste e gli obblighi dei diversi Paesi europei in materia di pass vaccinali, secondo quanto riportato da euronews-travel. Austria L'ingresso a ristoranti, teatri, hotel, impianti sportivi richiede il certificato di vaccinazione, un test negativo o un certificato di guarigione dal COVID-19. Cipro Per entrare in ristoranti, bar e alberghi è necessario il Safe Pass, che documenta la prova della vaccinazione o un test negativo. Non corrisponde al Green pass europeo, ma si ottiene attraverso una app del Paese. Croazia Serve il green Pass per entrare nel Paese: nel caso non si possegga, è necessario sottoporsi a un tampone all'arrivo nel Paese e poi all'autoisolamento fino all'arrivo del risultato. Se non si effettua nessun tampone, è obbligatorio stare in autoisolamento per dieci giorni. Grecia Come detto, a partire dal 16 luglio è obbligatorio mostrare il Green pass (oppure certificati vaccinali o gli esiti negativi dei tamponi molecolari o rapidi) per entrare al bar, al ristorante e in tutti i luoghi di intrattenimento al chiuso. Danimarca La Danimarca richiede un "Coronapass" per tutti i luoghi di ristorazione e culturali al coperto. Il pass è disponibile in formato cartaceo o scaricabile tramite app. Francia Il presidente Emmanuel Macron ha ordinato per decreto che i visitatori di tutti i luoghi di ristorazione e culturali con una capacità superiore a 50 persone siano ora tenuti a mostrare un pass verde. Il decreto è ora in discussione al Parlamento. Germania Le restrizioni variano da stato a stato in tutta la Germania, ma è richiesto che i clienti debbano presentare un risultato negativo del test o una prova di vaccinazione per essere ammessi in bar e ristoranti al chiuso. Non è ancora stato fatto un decreto legge apposito. Lettonia I luoghi all’aperto sono accessibili senza Green pass, ma solo le persone vaccinate possono accedere a locali al chiuso, utilizzare palestre, cinema e teatri. Lituania Le persone con il pass vaccinale elettronico della Lituania possono cenare al chiuso e accedere ai siti culturali e di intrattenimento. Il green pass europeo è accettato per i turisti. Olanda Non c’è nessuna legge che imponga l’utilizzo del pass vaccinale, ma solo le attività che controllano il Green pass possono funzionare a pieno regime. Portogallo Oltre 60 comuni ad alto e altissimo rischio - comprese le città di Lisbona e Porto - richiedono la prova di una vaccinazione COVID o un test negativo il venerdì sera dopo le 19.00 e nel fine settimana per accedere ai locali. Irlanda Il governo irlandese ha recentemente approvato una legge con un voto ristretto che consente a pub, caffè e ristoranti di servire le persone vaccinate al chiuso a partire dal 26 luglio. È accettato il pass europeo. Slovenia L'ospitalità indoor è aperta ai maggiori di 18 anni che sono vaccinati o possono presentare la prova di un test COVID-19 negativo. I tavoli devono essere distanti 3 metri, anche con l'utilizzo del pass.Fonte: https://www.ttgitalia.com/stories/internazionale/170262_viaggiare_in_europa_labc_per_i_turisti/
Leggi la news
Valcar -Travel & Service: Ilaria Sanguineti vince a Tarzo
Valcar -Travel & Service: Ilaria Sanguineti vince sotto il diluvio a Tarzo
Continua il momento magico di Ilaria Sanguineti che, dopo l’incredibile performance al Giro d’Italia donne (5 Top Ten in dieci tappe), coglie una bella vittoria a Tarzo in una gara open molto impegnativa. Una corsa ben controllata da tutte le ragazze della Valcar-Travel & Service che stanno vivendo un periodo di preparazione per le corse internazionali di agosto. Sulla salita di Cà del Poggio rimangono in testa quattro atlete tra cui Ilaria Sanguineti. In discesa scatta Greta Marturano, ma quando dalle retrovie sopraggiunge parte del gruppo, si mettono in testa a tirare Silvia Persico e Chiara Consonni che chiudono il gap. Nel finale vince con autorità Ilaria Sanguineti, abile a gestirsi nei due km finali in salita e tenere sotto controllo le avversarie. “Ci siamo presentate con la squadra di punta e volevamo vincere, perché siamo state in ritiro e ci sentiamo molto bene – racconta Ilaria Sanguineti, sempre più donna squadra della Valcar-Travel & Service – anzi, a dire il vero, qualche giorno fa in ritiro avevo detto a Silvia Persico che avrei vinto e che le avrei dedicato la vittoria, perché oggi è il suo compleanno e, fortunatamente, così è stato. Quando è scappata via Greta Marturano in discesa, non ho voluto rischiare perché aveva incominciato a piovere. Nel finale Debora Silvestri e Katia Ragusa continuavano a scattare in salita, ma ho preferito salire del mio passo confidando sul fatto che gli ultimi 500 metri spianavano e poi allo sprint sarei stata la più veloce. Così è stato, ma questo non è scontato, perché le volate dopo una salita possono sempre riservare sorprese. Ma oggi la motivazione era tanta, la condizione era buona e questa vittoria ripaga dei sacrifici fatti nell’ultimo periodo, ma soprattutto ripaga di tutto il lavoro delle mie compagne di squadra che hanno creduto in me. La dedica va a Silvia Persico per il suo compleanno e forse la dedica per questo successo va un po’ anche a Ilaria Sanguineti, perché (ride) un po’ me lo automerito.”
Leggi la news
Valcar-Travel & Service, ecco le convocate per il Giro d’Italia Donne. Barbara Malcotti: “Vorrei fare bene per la classifica giovani”
Valcar-Travel & Service, ecco le convocate per il Giro d’Italia Donne. Barbara Malcotti: “Vorrei fare bene per la classifica giovani”
Mancano pochi giorni per il via ufficiale del Giro d’Italia Donne 2021 che scatterà venerdì 2 luglio a Fossano (CN) in Piemonte e si concluderà domenica 11 luglio a Cormòns in Friuli Venezia Giulia. Ai nastri di partenza di questa importante corsa a tappe la Valcar-Travel & Service schiererà Alice Maria Arzuffi, Chiara Consonni, Eleonora Gasparrini, Federica Piergiovanni, Ilaria Sanguineti e Barbara Malcotti. Proprio Barbara Malcotti è una delle atlete che destano maggiore curiosità, perché finalmente la trentina è riuscita a dare continuità alle sue prestazioni. Barbara, negli scorsi anni hai avuto diversi infortuni, tra cui uno piuttosto grave al bacino e diversi guai fisici. Finalmente quest’anno le cose vanno meglio e sei riuscita a dimostrare il tuo valore. “Sì, finalmente sono riuscita a correre e a ottenere buoni risultati. Sin dalle prime gare nelle Ardenne mi sono sentita bene, riesco a tenere il passo delle migliori per lunghi tratti di gara e sono contenta per come sta andando la stagione.” Peraltro recentemente hai conquistato un buon 11°posto ai Campionati Italiani su strada e alla Course by le Tour de France hai concluso al 26°posto, esattamente come alla Liegi-Bastogne-Liegi. “Sono stati buoni risultati, sì. Sto crescendo e facendo esperienza e quindi sono abbastanza soddisfatta di questo. Per quanto riguarda l’italiano, sapevo che su quel percorso entrare nelle prime quindici sarebbe stato un risultato alla mia portata. Questo campionato italiano è stato piuttosto duro per il caldo, con molte salite corte nella seconda parte del percorso. Siamo contente per il podio della nostra compagna di squadra Ilaria Sanguineti”. E invece da questo Giro d’Italia cosa ti aspetti? “Spero di fare bene, ho trascorso un periodo di allenamento in altura a Livigno per prepararmi al meglio. L’obiettivo è quello di fare bene nella classifica giovani e – perché no? – magari riuscire ad essere presente anche nella generale”. Questa non è la tua prima corsa a tappe della stagione, in quanto in Spagna hai disputato diverse gare in giorni ravvicinati. Come sono stati? “I primi giorni è stata durissima, abbiamo patito lo sbalzo caldo / freddo e il maltempo ci ha messo a dura prova. Per quello che mi riguarda ho fatto un errore alla Durango-Durango, non mi sono alimentata bene e sono andata in crisi di fame. Anche la Vuelta a Burgos è stata sfortunata, perché sono caduta alla terza tappa e alla quarta tappa – quella più adatta a me – ho avuto problemi meccanici a entrambe le bici. Devo ringraziare Ilaria Sanguineti perché mi ha aiutato tanto in quei giorni. Però, nonostante i risultati sfortunati, sentivo che stavo bene e quindi sono fiduciosa.” Barbara, tu stai studiando all’Università, vero? “Sì, scienze psicologiche a Bergamo.” Una facoltà molto interessante, direi, e forse anche utile per la tua professione. “Decisamente. Studiare psicologia mi aiuta molto a livello personale, ma soprattutto a livello di squadra.” In che senso? “Nel senso che quando ‘capisci’ meglio come si comporta una compagna di squadra, riesci a starle vicino in maniera più efficace. E questa è una cosa molto, ma molto utile.” Se ti chiedessi cosa ti aspetti dalla stagione, cosa mi risponderesti? “Pensiamo a fare bene questo Giro, innanzitutto. Poi il mio obiettivo è quello di sempre: crescere, imparare, fare esperienza. Sono ancora giovane e queste gare saranno utili per il futuro.”
Leggi la news

Destinazione del giorno

Noleggio Pullman Zurigo
Scopri
Scopri tutte le destinazioni
Hai già confermato
un preventivo?
PAGA ORA!
Vuoi conoscere
il costo del noleggio?
CHIEDI UN PREVENTIVO!