Richiedi il tuo preventivo

3 semplici passaggi per prenotare il tuo viaggio:

1
Compila la richiesta
2
Ricevi un preventivo
3
Conferma e parti
TELEFONO : +39 035 4420335
INFORMAZIONI : info@travelandservice.it

Travel & Service

È un'azienda che gestisce servizi di noleggio pullman con autista, noleggio bus, minibus e gran turismo a livello nazionale e internazionale, nonché noleggio auto e monovolume sempre con conducente in tutta Italia (NCC).

L’esperienza maturata negli anni a fianco dei nostri clienti, ci permette oggi di mettere a Vostra disposizione un’organizzazione orientata alla massima soddisfazione del cliente.

Scopri e viaggia

I nostri servizi

Gite scolastiche - Noleggio Pullman e Minibus

Tour e Gite scolastiche

Scopri
Trasporti per Congressi aziendali in tutta Europa | Travel & Service

Trasporti per congressi

Scopri
Trasferimento per Aeroporto - Preventivo Online | Travel & Service

Trasferimento per Aeroporto

Scopri
Management e Servizi Continuativi per aziende | Travel & Service

Management e servizi continuativi

Scopri
Servizi Trasporto Stage e Campus Sportivi | Travel & Service

Servizi trasporto stage e campus

Scopri

I nostri automezzi

Ultime news

nuova formazione squadra femminile rosa
Valcar-Travel & Service: ecco le formazioni ufficiali del 2021 con gli arrivi di Alice Maria Arzuffi, Matilde Bertolini e Eleonora Gasparrini
Si parte. Da qualche settimana sono iniziati i preparativi per la stagione 2021 della Valcar – Travel & Service che si presenterà ai nastri di partenza del prossimo anno con due importanti novità. La prima novità consiste nell’arrivo di tre atlete di valore nella formazione elite. Ad aggiungersi ad una rosa già competitiva sotto la direzione del d.s. Davide Arzeni ci saranno due atlete coetanee ‘di prospettiva’ come la campionessa europea junior Eleonora Gasparrini (classe 2002) e della campionessa italiana a cronometro Matilde Bertolini che già era in rosa nel 2020 come unica junior. Il terzo nuovo arrivo è rappresentato da un gradito ritorno (il terzo “ritorno”, per l’esattezza): si tratta di Alice Maria Arzuffi, una delle atlete più forti e più amate del panorama ciclocrossistico europeo che tornerà a vestire il fucsia della Valcar – Travel & Service. Le altre ragazze saranno invece: Martina Alzini, Elisa Balsamo, Chiara Consonni, Vittoria Guazzini, Silvia Magri, Barbara Malcotti, Silvia Persico, Federica Piergiovanni, Elena Pirrone, Silvia Pollicini, Ilaria Sanguineti, Margaux Vigie e la pistard Miriam Vece. La seconda novità è rappresentata dalla riapertura della categoria junior che per due anni era stata momentaneamente sospesa. L’idea è quella di far crescere le talentuose atlete che lo scorso anno hanno composto la categoria allieve, ma anche quella di garantire un supporto alle elite non titolari nelle gare World Tour, permettendo così a tutte le atlete di mantenere o recuperare il proprio stato di forma nel corso dell’inevitabile turnazione che si avrà nella categoria superiore. A comporre la squadra junior diretta dal d.s. Stefano Travella ci saranno le 1°anno Sofia Dognini, Alessia Gualdi e Francesca Pellegrini (provenienti dalle allieve), dalla neo arrivata Serena Brillante Romeo (1°anno) e dalla 2°anno Emma Redaelli che già aveva corso in maglia Valcar – Travel & Service nei quattro anni di formazione (esordiente e allieva). Una tradizione – quella della cura del vivaio – che il team orobico vuole fortemente mantenere per permettere a quante più atlete possibile di praticare ciclismo e di imparare le nozioni base di questo sport, divertendosi tutte insieme. Sotto la cura del d.s. Andrea Manzini che ne seguirà la crescita e la formazione ci saranno 8 esordienti e 8 allieve. La squadra delle allieve sarà composta da Valentina Baroni, Beatrice Bertolini, Giorgia Bertoni, Martina Carrara, Giorgia Manzini, Marta Pavesi, Avery Poli e Emma Viscardi, mentre quella delle esordienti annovererà tra le sue fila Maria Acuti, Misia Belotti, Nadia Camoni, Ilaria Gritti, Giulia Limonta, Claudia Longhi, Sofia Pezzotta e Giulia Zambelli. "Siamo felici di poter fare attività anche nel 2021” racconta il presidente Valentino Villa “il mio ringraziamento va a tutti gli sponsor, ma soprattutto a tutte le ragazze che continuano a dare fiducia al nostro modo e stile di lavoro. L’anno prossimo ci saranno le Olimpiadi e l’idea è stata quella di allargare la rosa delle elite per potere fare attività anche quando – come ci auguriamo di cuore – le nostre atlete saranno assenti perché dovranno vestire la maglia azzurra. Il solo pensiero mi fa emozionare, perché sarebbe il coronamento di un percorso nato dalle categorie giovanili. È dal vivaio che nasce tutto, ed è bellissimo avere ancora la possibilità di allestire le categorie esordienti, allieve e junior per dare l’opportunità a tante ragazze di crescere e di divertirsi in maniera corretta ciascuna secondo le proprie potenzialità”. 
Leggi la news
bici pedalare strada pista
Pedalare sui binari: La mappa delle ciclabili tra ex caselli e vecchie ferrovie
Le ferrovie dismesse sono un patrimonio di circa 8mila km di cui 5mila potenzialmente recuperabili per essere riconvertite in piste ciclabili. I cammini aperti e i prossimi cantieriLa prima a salvarsi dalla pattumiera della Storia fu la ferrovia Ora-Predazzo, in Val di Fiemme. Sul nastro sterrato dove avevano viaggiato legname e abeti di risonanza, prese forma, negli anni ’90, una greenway per la mobilità dolce di una ventina di km, con un dislivello in salita di 870 metri. Fu poi la volta della Modena–Vignola in Emilia, della Dittaino–Caltagirone in Sicilia e della Dobbiaco-Calalzo dall’Alto Adige al Cadore. Le ferrovie dismesse, un patrimonio di circa 8mila km di cui 5mila potenzialmente recuperabili, che, sfilando su binari a scartamento ridotto, tra piccoli caselli intonacati, avevano trasportato sale, ferro e arance, cominciavano a uscire dall’oblio.Curve morbide, pendenze moderate e costanti, contesti di natura e silenzio, questi tracciati, veri capolavori ingegneristici quando attraversavano costoni alpini e appenninici, si prestavano perfettamente alla metamorfosi in vie verdi, greenway dedicate al movimento lento, a piedi, a cavallo e in bicicletta. Scriveva nel ’63 la naturalista May Theilgaard Watts al Chicago Tribune: «Siamo esseri umani in grado di camminare sui due piedi. Abbiamo bisogno di un sentiero, aperto a tutti. Il sedime dismesso della ferrovia Chicago Aurora & Elgin ci sta aspettando». Tre anni dopo nasceva la Illinois Prairie Path, la prima greenway ex strada ferrata del mondo, seguita dalla Elroy-Sparta State Trail nel Wisconsin. In Italia, la trasformazione conta oggi mille chilometri di ex ferrovie, pari a 57 percorsi verdi, con una lunghezza media di 12 km, si legge nell’ultima indagine Fiab, Federazione Italiana Amici della Bicicletta. Ancora briciole rispetto alla Spagna dove, con il programma Vías Verdes della Fundacíon de los Ferrocarriles, sono stati recuperati 130 percorsi di 3.100 km su un patrimonio di 7mila. Sempre in Europa, la Francia si è dotata di uno Schéma national des véloroutes & voies vertes che conta 3.400 km di chemin du rail, dotati di 690 contatori di passaggi, su un totale di 6mila km di ferrovie dimenticate. Con la realizzazione del National Cycle Network, la Gran Bretagna ha recuperato 3mila degli 11mila km di ex strade ferrate. Un processo iniziato a Bristol, la città portuale dei treni a vapore che conducevano alle sole miniere di carbone, dove, nel ’77, la neonata Sustrans rammendò la ferrovia abbandonata per Bath, creando la sua prima greenway. Tornano i ciclisti, lavori in corsoNel nostro piccolo, in Italia, molto si sta muovendo in questo neo-rinascimento della bicicletta che accompagna la pandemia. Se il Veneto, da dati Fiab, può contare su 165 km di ferrovie recuperate, seguito dall’Emilia Romagna con 132 e dalla Lombardia con 121, molti sono i cantieri aperti. «Settembre - rivela Antonio Dalla Venezia, coordinatore della ricerca sulle Ferrovie Dismesse -, ha visto l’inizio dei lavori per il recupero dei 50 km della Umbertide–Gubbio–Fossato di Vico della Ferrovia Centrale Umbra. Lavori sono in corso anche lungo i 34 km della Lagonegro-Rotonda, nel Parco del Pollino, sulla ex ferrovia Calabro–Lucana inaugurata nel ’29. Nel Pavese si sta lavorando per portare a 32 i 14 km già recuperati della Voghera–Varzi. In Veneto, agli attuali 55 km della Treviso–Ostiglia si aggiungeranno i 35 da Montegalda fino a Cerea». È partito un cantiere anche in Puglia, a Castellaneta, con l’intento di rigenerare un tratto di 8 km dell’ex ferrovia Gioia del Colle–Palagianello, che si aggiungerà ai 5 già realizzati. Tra ex caselli e vecchie gallerie Nell’attesa, restrizioni Covid permettendo, si cammina o pedala sulla San Lorenzo a Mare–Ospedaletti, nel Ponente Ligure, di 23 km destinati ad allungarsi di 8 fino a Imperia. Con corsie separate per runner e ciclisti, i caselli trasformati in ristori, la ciclopedonale fu completata nel 2014 in seguito alla dislocazione a monte della ferrovia Savona-Ventimiglia che correva tortuosa lungo la costa. Il suo tratto più spettacolare sfila a picco sulla scogliera tra Marina di Aregai e San Lorenzo a Mare. Dopo Sanremo si apre la vecchia galleria di Capo Nero con il fondo stradale decorato da biciclette rosa e frasi evocative dei momenti salienti della Milano–Sanremo. Il piano per la dorsale adriatica Promette di essere ultimata entro l’estate del 2021 la Via Verde della Costa dei Trabocchi, 42 km da Ortona a Vasto, sul tracciato della ferrovia Adriatica arretrata alla fine degli anni ’90 - una strategia che il ministro Franceschini vorrebbe applicare a tutta la dorsale da Rimini a Brindisi -, attualmente interrotta da una frana a Punta Le Morge e da una galleria proprietà privata all’altezza della Riserva Naturale Ripari di Giobbe. Comunque pedalabile con incursioni sulla SS16, la greenway prende il nome dalle architetture fondate su palafitte, i trabocchi che, aggirando le rocce affioranti permettevano la pesca. Di fascino sono anche le stazioncine lungo la Dobbiaco–Calalzo di Cadore, attiva tra il 1921 e il 1964. Di 65 km, la ciclopedonale regala scorci spettacolari sulla Croda Rossa, le Tre Cime e il Parco di Sennes–Braies. A San Vito di Cadore, nel museo della stazione, è conservato un modello del vecchio trenino bianco-azzurro delle Dolomiti. Lo stesso con cui Alberto Sordi e Sofia Loren arrivavano, in un tempo che pareva felice, seppur meno green, a Cortina.Fonte: il Sole 24 Ore - articolo di Mariateresa Montaruli
Leggi la news
Valcar Elisa Balsamo ciclismo femminile
Valcar-Travel & Service: la nomination di Elisa Balsamo ai Gazzetta Sports Awards
Valcar-Travel & Service: la nomination di Elisa Balsamo ai Gazzetta Sports Awards è l’ultimo atto di una stagione da incorniciare Il bilancio del 2020 della Valcar – Travel & Service si arricchisce di un ulteriore tassello con la doppia nomination di Elisa Balsamo ai Gazzetta Sports Awards come miglior donna e come miglior rivelazione dell’anno. Un onore essere presi in considerazione da quella che probabilmente è la più popolare delle testate giornalistiche sportive italiane. Queste nomination valgono molto per tutto il ciclismo femminile italiano, perché fanno da traino ad un movimento in costante crescita che, in maniera quasi paradossale, ha trovato la sua maggior gloria proprio in un anno complicato come il 2020 per via della convivenza con il Covid-19. Ma proprio questa emergenza ha contribuito ad aumentare notevolmente la visibilità di questa disciplina, perché il pubblico è diventato molto più avvezzo alle dirette streaming e moltissime testate e TV hanno investito nella diversificazione e nell’aumento di produzione di contenuti. Ma questa popolarità sarebbe impossibile senza i risultati di prestigio internazionale delle giovani atlete della Valcar – Travel & Service. Oltre ad aver vinto l’ultima tappa de La Vuelta, Elisa Balsamo ha conquistato 3 titoli europei, 2 su pista (madison, omnium) e uno su strada (under 23) diventando così l’atleta simbolo di un’intera generazione che sogna di fare la differenza alle Olimpiadi di Tokyo 2021. E in proiezione olimpica fanno sognare i progressi del quartetto azzurro che agli Europei di Plovdiv era composto interamente da ragazze Valcar – Travel & Service (Alzini, Balsamo, Consonni, Guazzini) che ha fatto registrare il nuovo record italiano nell’inseguimento a squadre e la conquista della medaglia d’argento. La diciannovenne Vittoria Guazzini è stata un’altra grande protagonista della stagione. L’oro ottenuto in coppia nella madison con Elisa Balsamo conferma il potenziale di un’atleta capace di crescere in maniera esponenziale anche su strada (9°posto alla Freccia del Brabante, 13° alla Gent-Wevelgem); ma è soprattutto la medaglia di bronzo conquistata ai Campionati Italiani a cronometro dimostra quanto il “motore” di questa atleta sia impressionante. La sensazione è che nel 2021 Vittoria possa essere uno dei “crack” del ciclismo mondiale, perché la duttilità fisica e tecnica di questa atleta sembra avere poche eguali tra le sue coetanee di tutta Europa. Questo 2020 verrà ricordato come un anno magico anche per Chiara Consonni che finalmente è entrata con autorità nella nazionale maggiore facendo man bassa di medaglie ai Campionati Europei U23 su pista a Fiorenzuola con il triplice oro ottenuto nella madison, nell’Inseguimento a squadre (con Cavalli, Fidanza, Guazzini) e nell’eliminazione. Ma è nelle volate che Chiara Consonni continua a impressionare: quest’anno sono arrivati il 2°posto al GP d’Isbergues e il 3°posto a Plouay. Un capitolo speciale merita Marta Cavalli che ha lasciato la squadra a fine stagione, ma che fino all’ultimo giorno ha regalato soddisfazioni al nostro team. Ormai Marta è un’atleta matura e completa ed è stata la punta della Valcar – Travel & Service nelle corse a tappe (al Giro Rosa ha chiuso al 14°posto in generale) e nelle classiche più dure. Oltre al bronzo al Campionato Italiano su strada, Marta si è distinta nelle gare top della stagione come il Giro delle Fiandre (10°posto), la Gent-Wevelgem (5°posto), la Freccia Vallone (17°posto) e la Liegi-Bastogne-Liegi (18°posto). Anche se le strade si son divise, Marta rimarrà sempre nella storia della Valcar – Travel & Service perché ha attraversato tutte le fasi di sviluppo della società da squadra giovanile a squadra professionistica sin da quando era esordiente. Ma i risultati delle “capitane” sono stati possibili solo grazie al lavoro delle compagne di squadra. Emblematica in questo senso è stata Ilaria Sanguineti, affidabile “ultima donna” nei treni delle volate, capace di ritagliarsi il proprio spazio al Giro Rosa (7°posto nella 5/a tappa) e al Campionato Italiano (8°posto), ma anche Silvia Pollicini, vincitrice della gara open di Racconigi, Silvia Magri al debutto con la maglia Valcar – Travel & Service, Barbara Malcotti, pienamente recuperata dopo i brutti infortuni del 2019, Silvia Persico, atleta super affidabile e di grande generosità, Federica Piergiovanni, che si è fatta sempre trovare pronta all’occorrenza, ed Elena Pirrone sulla via del recupero dopo un 2019 difficile. Da sottolineare anche l’apporto di Martina Alzini, giunta a metà stagione e capace di vincere due gare open (Arcade e Bovolone), ma soprattutto ottima interprete con la maglia della nazionale (argento all’europeo nell’inseguimento individuale e nel quartetto con record italiano in entrambe le specialità). Sempre su pista sorprende la crescita costante di Miriam Vece con il doppio bronzo sia ai Campionati Mondiali che ai Campionati Europei su pista nei 500 metri: sognare una medaglia olimpica l’anno prossimo si può. C’era poi grande curiosità nel vedere anche le prime due atlete non italiane della storia in maglia Valcar – Travel & Service: Teniel Campbell (che a fine anno si accaserà alla Mitchelton-Scott) era partita forte con due piazzamenti in top ten (3/a e 5/a in Spagna e Belgio), ma qualche problema fisico ha condizionato la sua stagione da agosto in poi, mentre Margaux Vigie ha onorato la maglia facendosi sempre vedere nelle prime posizioni del gruppo e lavorando per le compagne di squadra. I progetti per il 2021 sono già in atto da diverse settimane con l’innesto di nuove atlete in formazione (i dettagli verranno resi noti prossimamente), ma soprattutto con la riorganizzazione del settore giovanile con la riapertura della categoria junior. In questo senso vanno sottolineati i progressi fatti anche dalla Valcar – Travel & Service con il lavoro sul settore giovanile più propenso alla formazione dell’atleta che nel raggiungimento del risultato ossessivo. Ciò nonostante, sono comunque arrivate indicazioni molto importanti: la junior Matilde Bertolini ha vinto la medaglia d’oro nell’italiano a cronometro, le allieve Francesca Pellegrini e Beatrice Bertolini hanno vinto su strada e il quartetto allieve composto da Beatrice Bertolini, Sofia Dognini, Marta Pavesi e Francesca Pellegrini ha vinto la medaglia d’argento nel campionato italiano cronometro a squadre.
Leggi la news
black week sconti
BLACK WEEK: vi aspettano sconti imperdibili per i Vostri viaggi!
Gentili Clienti, è iniziata la Black Week di Travel & Service!  Vi aspettano sconti a partire dal 5% sul prezzo ricevuto. La promozione sarà valida per tutte le prenotazioni effettuate dal 27/11 al 04/12, sia per viaggi da effettuarsi entro il 2020 che per viaggi da effettuarsi nel 2021. L'offerta verrà applicata al momento della ricezione della Vostra conferma, inviandoci una mail in risposta al preventivo ricevuto e indicando: "ADERISCO ALLA PROMOZIONE BLACK WEEK".   Affrettatevi subito!   Se invece non avete ancora richiesto la vostra quotazione, siamo a Vostra completa disposizione per elaborare un preventivo adatto alle vostre esigenze, inviandoci la richiesta tramite la ns mail: info@travelandservice.it indicando: "SONO INTERESSATO ALLA PROMOZIONE BLACK WEEK". Oppure tramite contatto telefonico ai nostri numeri: numero fisso: 035 4420335 numero verde: 800 600388 Vi aspettiamo! Il Team Travel & Service                     
Leggi la news

Destinazione del giorno

Transfer Gressoney La Trinité
Scopri
Scopri tutte le destinazioni
Hai già confermato
un preventivo?
PAGA ORA!
Vuoi conoscere
il costo del noleggio?
CHIEDI UN PREVENTIVO!